Archivio della categoria: Aziende

Tantissime idee per le tue stampe digitali su LemonPrint

Negli ultimi decenni le tecniche di stampa, grazie anche al continuo progresso tecnologico, hanno fatto degli enormi passi in avanti. Fino ad alcuni anni fa per stampare volantini, brochure, biglietti da visita, etc ci si doveva per forza recare di persona presso una tipografia. Questo naturalmente implicava una notevole perdita di tempo, senza contare che spesso il risultato finale ottenuto, non era nemmeno in linea con le aspettative. Oggi, grazie alla diffusione di queste nuove tecnologie, e all’introduzione di nuovi macchinari, la stampa digitale è diventata sempre più “on demand”. Adesso è l’utente al centro del processo, e può finalmente scegliere in autonomia i file da stampare, può impostare i parametri di stampa specifici e può regolare qualsiasi altro dettaglio fondamentale per garantire un’ottima qualità del prodotto finale. Per fare tutto questo è sufficiente caricare i propri file su una piattaforma online, inviarli e nel giro di pochi giorni si otterrà direttamente a casa l’immagine sul supporto desiderato. Da non sottovalutare nemmeno il fatto che in questo modo chiunque può effettuare ottime stampe, anche senza avere abilità grafiche. Ed è proprio questa la missione di LemonPrint, piattaforma online che rivoluziona il modo di stampare.

Intuitivo, veloce e personalizzabile

Queste sono le caratteristiche principali sulle quali si basa LemonPrint. Ce ne si accorge subito non appena si accede al sito, cliccando sul pulsante giallo centrale “Stampa il tuo file“, si può decidere se trascinare direttamente in questo spazio il file da stampare oppure se selezionarlo da una cartella del proprio computer (si possono allegare fino a due file contemporaneamente). Infine per completare l’upload basta premere sul tasto “Apri”, e il gioco è fatto! Intuitivo e veloce, certo ma anche e soprattutto personalizzabile. Dopo aver caricato i propri file infatti è possibile selezionare impostazioni diverse per ogni singolo file caricato e mandato stampa. Direttamente dal proprio PC, in pochi minuti, si possono impostare tutte le caratteristiche estetiche e qualitative che il progetto finale deve avere. Il catalogo dei prodotti che possono essere stampati, proposto da LemonPrint è incredibilmente ampio e differenziato, spazia dai biglietti da visita, alla carta intestata, agli opuscoli, alle riviste, ai cataloghi, ai volantini, e a moltissimo altro ancora. Si può inoltre scegliere anche la qualità della carta che si desidera utilizzare, la grammatura, le dimensioni delle pagine, il numero dei fogli da stampare, il tipo di supporto e così via, la creatività grazie a LemonPrint non ha più limiti.

Ma i vantaggi sono facilmente visibili anche per quello che riguarda i costi, nel sito infatti vengono periodicamente proposte offerte speciali su prodotti specifici. In questo momento ad esempio, è in corso una promozione sulla stampa dei biglietti da visita! E se si avessero ancora dei dubbi o delle domande? Nessun problema, LemonPrint mette a disposizione Frizz, un efficientissimo assistente virtuale, che attraverso una live chat risponde in tempo reale a qualsiasi perplessità o domanda, guidando gli utenti in tutto il processo, dall’invio dei file fino alla stampa. Quindi se quello che si cerca è una consegne in tempi rapidi, lavori di alta qualità con colori al top, e personalizzazione basta andare su www.lemonprint.com.

Avviare un commercio con l’estero con i servizi groupage

Molte aziende italiane sono solite commercializzare solo ed elusivamente entro i confini del nostro paese, aziende queste che possono dirsi positive, fertili, realtà di successo, ma che ad un certo punto sicuramente si sentiranno un po’ limitate, consapevoli che si potrebbe fare di più. Ci sono infatti così tanti paesi nel mondo, che limitarsi solo ed esclusivamente al commercio con l’Italia non sembra poi essere un’idea così positiva. Commercializzare con l’estero è fondamentale se si desidera crescere, se si desidera che la propria azienda arrivi ad un livello superiore, con la possibilità di diventare persino leader nel proprio settore di riferimento. Si tratta insomma di un obiettivo questo che tutte le aziende italiane dovrebbero assolutamente prendere in considerazione.

Il salto dal commercio nazionale a quello internazionale è però davvero molto difficile da compiere. Non è difficile riuscire a trovare i primi clienti esteri, quelli oggi come oggi si trovano piuttosto facilmente, anche solo partecipando a delle fiere di settore, anche solo investendo in un po’ di pubblicità online. Le comunicazioni poi oggi come oggi sono sempre più snelle e veloci proprio grazie alle nuove tecnologie e chiunque ha la possibilità di partire per un viaggio di lavoro all’estero in qualsiasi momento, senza più spendere necessariamente chissà quanti soldi. Il problema è che commercializzare con i primi clienti esteri comporta spese di trasporto davvero molto ingenti.

Inizialmente è impossibile infatti che la domanda sia molto elevata. Si ha quindi la necessità di spedire poca merce. Avete una vaga idea di quanto può costare un container praticamente vuoto? Questo vale ancora di più nel caso di un trasporto refrigerato, che necessita infatti di container di ultima generazione, in possesso di apposite strumentazioni per il rilevamento della temperatura e per il suo costante mantenimento durante tutto il viaggio, nonché di personale altamente qualificato che si in grado di controllare anche manualmente la situazione e di intervenire in caso di qualche malfunzionamento. C’è sempre la possibilità di spedire per via aerea, dirà qualcuno. Certo, è vero, ma non dovete credere che risparmierete chissà quanto. Anzi, spesso la spedizione aerea costa addirittura di più.

Davanti ad una situazione di questa tipologia, molte aziende italiane dicono no al commercio con l’estero, chiudendo delle porte che per loro sarebbero invece un vero e proprio trampolino di lancio verso il successo. Non dovete chiudere quelle porte, care aziende, bensì sfruttare un servizio di trasporto in groupage, che per fortuna oggi viene offerto da molte ditte specializzate in trasporti. Il trasporto marittimo in groupage consente a più aziende di dividere lo spazio del container e quindi anche le spese. Questo significa che è possibile inviare all’estero anche poche quantità di prodotti senza spendere un’esagerazione, anzi spendendo pochissimo, sia che si tratti di prodotti che hanno bisogno di un trasporto refrigerato, sia che si tratti di prodotti invece meno delicati. Grazie ad un servizio di questa tipologia il salto dal commercio nazionale a quello internazionale diventa molto semplice da compiere e finalmente è possibile mettersi sulla strada del successo senza alcun tipo di problema.

Le shopper personalizzate come pubblicità itinerante

Quante volte, durante una passeggiata, una semplice shopper di un passante riporta alla mente il marchio di appartenza, e suscita il desiderio di recarsi presso quel negozio? Oppure, quante volte questa situazione fa ricordare di dover effettuare degli acquisti in quel punto vendita?
La risposta è, sicuramente: molte volte.
Ed infatti sono tantissime le persone che ammettono di essere incosciamente attratte all’acquisto anche dalla visione di una semplice shopper, che per tale ragione non deve essere considerata come una forma pubblicitaria secondaria, bensì come un potente strumento per diffondere informazioni su un marchio.

È sufficiente navigare per poco tempo su un motore di ricerca per comprendere che, non a caso, sono molte le inserzioni che offrono questi servizi.
Ma vista l’importanza del tema, è sempre consigliato rivolgersi ad esperti del settore, in grado di fornire qualità di materiali e di idee.

A tal proposito basta dare un’occhiata al sito https://www.atomoplast.it/ per capire come è possibile personalizzare le shopper per tipologia, materiali e colori.

Come creare una shopper che si distingue dalle altre

Le shopper, in prima istanza, sono una sorta di cartellone pubblicitario in miniatura, sul quale si può imprimere il proprio logo, e farlo in maniera accattivante e d’impatto.

Tutte le grandi aziende hanno, infatti, shopper in cui il proprio logo spicca su un fondo diversamente colorato, e attira l’attenzione dei passanti senza lasciare dubbio circa la provenienza della stessa.

In una shopper, inoltre, si può sfruttare lo spazio a disposizione per brevi slogan tipici del brand, per indicare l’indirizzo del negozio qualora fosse di prima apertura, oppure per lanciare delle offerte esclusive che possono, così, essere viste anche da chi non frequenta abitualmente l’esercizio di riferimento.

Non meno importante, una shopper può essere anche bella e caratteristica.
Vi sono shopper di diversi materiali, con decorazioni particolari che le rendono piacevoli da un punto di vista estetico, dalle forme più strane e simpatiche.
Questo ha un impatto incredibile su chi le guarda, perchè spinge a riutilizzare la shopper per trasportare altri oggetti.
Specialmente durante i lunghi viaggi, ci si serve di tanti contenitori per trasportare i beni necessari, quindi una semplice shopper può varcare addirittura i confini locali, favorendo l’esposizione del marchio e spingendo a cercare informazioni, cosa estremamente utile qualora l’attività disponga di uno shop online.

I 5 motivi per investire negli eventi fieristici

Tra tempo di pianificazione, costo dei materiali e viaggi, esibire in fiere è un investimento enorme per qualsiasi azienda.

Mentre le opzioni per la sensibilizzazione digitale sono in aumento, l’esposizione continua a contenere almeno cinque (se non più) vantaggi fondamentali, che non è possibile ottenere attraverso altre strategie di vendita.

1. Fare vendite e/o raccogliere contatti di persona

Le fiere sono ancora ottime per fare grandi vendite o per mettere le basi per vendite future attraverso i nuovi contatti che si raccolgono durante l’evento.

Se sei una delle tante società che vendono solo online, questa è l’opportunità perfetta per i clienti di vedere fisicamente, toccare e utilizzare i tuoi prodotti con un esperto (il tuo staff), nelle vicinanze, in grado di rispondere subito a qualsiasi domanda.

2. Lanciare nuovi prodotti, servizi o marchi

C’è un motivo per cui le grandi aziende tecnologiche come Apple e Microsoft condividono annunci di prodotto e fanno debuttare nuove tecnologie in luoghi come il Consumer Electronics Show.

Le fiere si comportano come un megafono per amplificare il tuo messaggio a tutti i più importanti comparti del tuo settore.

Tra clienti attuali, prospect, stampa e concorrenti, colpisci tutte le persone che contano in una sola volta.

Inoltre, un’email o un comunicato stampa, non avranno mai lo stesso entusiasmo di una presentazione dal vivo da parte di un membro appassionato e competente del team.

L’esposizione è particolarmente interessante per il rebranding aziendale, perché?

Il tuo spazio espositivo è fondamentalmente una tela bianca per il tuo marchio, se riempi quella tela con qualcosa di nuovo, un marchio, nell’istante in cui un visitatore ti vede, capirà il “tuo essere nuovo”.

3. Fare una buona impressione

Se la tua attività si occupa principalmente di clienti telefonici o lavora online, non ha una presenza fisica, i tuoi clienti e potenziali acquirenti potrebbero raramente interagire di persona con il tuo marchio.

Esporre è la tua occasione per mostrare chi sei, le attività espositive e l’allestimento fieristico daranno un’idea della tua cultura aziendale, della tua passione per quello che fai e fornirai un’anteprima di ciò che significa lavorare con te.

Inoltre, se sei una piccola azienda o una start-up, le fiere commerciali potrebbero aiutarti a dare la tua prima impressione all’industria nel suo insieme.

Il solo fatto di essere lì, dice che sei pronto per “giocare”, fai le mosse giuste con la tua presentazione e il settore parlerà del tuo brand quando lo show sarà finito.

4. Fare rete faccia a faccia

Anche se potresti essere bravo a fare nuovi affari telefonicamente, non dimenticare il potere del conversare faccia a faccia.

Indipendentemente dal fatto che tu sia nel tuo stand, negli eventi sponsorizzati o semplicemente un visitatore, le fiere hanno integrate un’incredibile quantità di opportunità di networking.

Con tutti gli operatori del settore che si riuniscono in un unico posto, è la tua occasione per fare più connessioni nel giro di pochi giorni.

Inoltre, le fiere sono il momento perfetto per costruire relazioni più solide con i clienti attuali.

Controlla in anticipo per vedere chi parteciperà e programmerà le riunioni per interagire di persona.

5. Andare testa a testa con i concorrenti

I grandi concorrenti alle fiere non dovrebbero essere un deterrente, ma una grande motivazione per partecipare.

Le fiere sono l’occasione perfetta per permettere ai potenziali clienti di vederti fianco a fianco con la concorrenza.

Se il tuo concorrente è lì e tu non lo sei potresti essere immediatamente in svantaggio, se focalizzi la tua esposizione sulla presentazione di ciò che ti rende unico, i visitatori vedranno invece i vantaggi di scegliere di lavorare con te.

Le fiere continuano ad essere un’opzione percorribile per le aziende di tutte le dimensioni e industrie, in questo motivo spero di avertene mostrato i principali vantaggi da considerare nel momento in cui pianificherai la possibile presenza in uno degli eventi del tuo settore.

Mille usi un solo dispositivo: il conta persone

I campi di utilizzo di questo strumento sono molteplici e i vantaggi che ne derivano sono importanti. Musei, negozi o spazi aperti di città d’arte: poter analizzare il flusso di persone che vi transita permette di poter intraprendere soluzioni volte a migliorare diversi aspetti: dal fatturato dell’attività commerciale alla miglior gestione e organizzazione di percorsi ed eventi di una città.

Tutti i vantaggi per i negozi

Per sapere come sta andando la tua attività è importante sapere quanto si vende ma anche quanto non si vende. Avere il negozio pieno di gente non implica necessariamente che la maggior parte comprerà. Molto spesso succede che un potenziale cliente entri in negozio, dia un’occhiata in giro per poi uscire e comprare da un competitor.

Può succedere che tu abbia più punti vendita e devi decidere come suddividere gli investimenti pubblicitari per la prossima collezione in arrivo. Dagli scontrini scopri che il primo punto vendita ha emesso scontrini in un solo giorno per mille euro mentre nel secondo punto vendita sono stati emessi scontrini per un totale di seicento euro. Vista così viene in mente che i risultati maggiori vengano dal primo punto vendita e quindi sia opportuno investire più su quel negozio che sul secondo.

Con il contapersone scopri che nella prima attività hai sì incassato mille euro e che hai avuto un flusso di persone pari a cento. Vuoi dire che in media i clienti all’interno hanno speso 10 euro a testa.
Nel secondo, quei seicento euro sono ripartiti su un flusso di persone pari a 6 che, tradotto, vuol dire che ogni cliente ha speso in media cento euro.
Alla luce di questo dato emerge che in realtà il negozio che performa meglio e che da quindi i migliori risultati non è il primo! Senza questo strumento avresti preso una decisione incorretta e investito sul punto vendita errato! (https://it.wikipedia.org/wiki/Contapersone)

Per questo è sempre meglio avere dei dati da analizzare e sulla base di quelli prendere le opportune decisioni.

I vantaggi del conta persone sono molteplici:

Analizza i flussi di entrata e restituisce una serie di statistiche utili.

– Ti permette di scegliere il giorno di chiusura scegliendo quello con minor flusso.

– Ti permette di gestire al meglio il personale aumentandolo o diminuendolo in base ai flussi previsti.

– Ti aiuta a capire se una campagna pubblicitaria ha portato più gente in negozio o meno.

La stessa valenza ha per i musei e gli spazi aperti delle città d’arte. Infatti questo strumento ti aiuta a capire dove sono i punti di congestione, quali sono le opere che interessano maggiormente e come gestire meglio il flusso in arrivo ampliando o limitando gli accessi a seconda delle esigenze.

Il dispositivo è composto da:

– Fotocellule
– Trasmettitore
– Ricevitore
– Software

L’installazione è semplice e il software permette di consultare i dati ottenuti, divisi per giorno e per ora, anche da remoto senza dover essere necessariamente sul posto.

Migliora le performance della tua attività: scegli il conta persone più adatto alle tue esigenze e aumenta clienti e fatturato con una gestione dati alla mano!

Le nuove proposte dei compro oro in Italia

Negli ultimi 10 anni a causa del periodo di crisi economica che sta attraversando la nostra economia, è emersa una nuova tipologia di negozio: il compro oro.

L’incremento è stato esponenziale i primi anni per poi proseguire progressivamente fino ad arrivare ad una stabilizzazione negli ultimi anni.

I clienti potenziali dei compro oro sono persone che per vari motivi (necessità di sopravvivenza, divertimento o investimento) vendono il propri oggetti d’oro in cambio di denaro contante.

Ne deriva per cui che questa attività risente molto dell’andamento economico generale, e di conseguenza gli operatori di compro oro, dopo un periodo iniziale di approssimazione, devono necessariamente trasformarsi in attività più strutturate, dove è di primaria importanza offrire servizi professionali e dotarsi di regole certe e sicure per tutelare e fidelizzare sempre di più il cliente.

Successivamente a causa di operatori non qualificati e della discesa della quotazione dell’oro, il mercato si è contratto, questo ha fatto si che rimanessero solo i migliori compro oro, cioè quelli più preparati ad affrontare i nuovi mercati, allargando appunto le categorie merceologiche ad orologi di lusso, diamanti da investimento e gioielli ricondizionati destinati alla rivendita.

L’evoluzione ha portato quindi queste attività ad offrire un servizio che consente al cliente di evitare di ricorrere ad onerosi prestiti, ottenendo in più il vantaggio di avere una valutazione dei propri oggetti d’oro, mediamente più alta rispetto alla vendita al gioielliere. Inoltre è possibile anche vendere argento e pietre preziose. Sostanzialmente quindi, i negozi di compro oro, a seguito di modificate condizioni economiche e di mercato, si sono evoluti puntando sull’offerta di nuovi sevizi e migliorandone la qualità, tutto questo ha contribuito al miglioramento dell’immagine di queste attività, attirando anche fette di clientela che per motivi di fiducia, non avevano preso in considerazione di avvalersi di questi servizi.