Archivio della categoria: Assicurazioni

Stipulare un contratto di assicurazione casa protegge dai problemi imprevisti

Gli italiani non sono tanto avvezzi a stipulare un contratto di assicurazione casa, francamente non so il motivo, ma forse, potrebbe essere perché credono che costi parecchio, vi assicuro che non è così, soprattutto, se stipulate un contratto con la compagnia dove avete già una polizza assicurativa per la vostra auto/moto, avrete sicuramente uno sconto.

 

Infatti, gli italiani sono abituati soprattutto alle assicurazioni auto e moto, e in tanti non assicurano il bene che considerano più prezioso, cioè la propria abitazione, il luogo “sacro” per ogni italiano.

 

L’assicurazione casa è una polizza studiata proprio per la protezione del proprio immobile, del suo contenuto e dei suoi abitanti (la famiglia) e per danni causati a terze parti.

 

Assicurazione casa, le caratteristiche

 

L’assicurazione casa è molto simile a quella dell’auto, c’è la responsabilità civile, più diverse coperture personalizzabili, secondo le esigenze, quali: allagamenti, furti, incendi, corti circuiti, eventi esterni e danni a terzi.

 

Sono eventi che possono accadere normalmente a chiunque, facciamo un esempio banale: vostro figlio giocando a pallone rompe i vasi dei fiori del vicino, la compagnia assicurativa rimborserà il danno, senza doverci preoccupare di nulla.

 

Non solo, da contratto ogni contraente ha diritto a usufruire delle prestazioni di pronto intervento gratuitamente, quali: l’idraulico, il fabbro, l’elettricista, il falegname, facciamo un esempio: tornate a casa e notate che la corrente elettrica non funziona, chiamate al pronto intervento dell’assicurazione casa stipulata e in pochissimo tempo arriverà l’elettricista a sistemare il problema.

 

Assicurazione casa, le garanzie basilari

 

Oltre naturalmente alla responsabilità civile, secondo me, dovrebbero essere aggiunte tutte le altre garanzie supplementari per una protezione totale del nostro immobile.

 

Però, è normale che ogni richiedente personalizzi l’assicurazione casa secondo le esigenze e la posizione del suo immobile, cioè, se ho una villetta con il terreno intorno, sicuramente potrò fare a meno della copertura contro terzi, poiché non ho vicini di casa e quindi non posso arrecare danno a nessuno.

 

Se si allaga il bagno, non avendo un condomino al di sotto, non causerò nessun danno, solo al mio immobile, coperto dall’assicurazione.

 

Continuando con l’esempio, con questo tipo di abitazione si renderebbe necessaria la copertura contro i furti, dato che si tratta di un’abitazione solitaria.

 

Un consiglio, se avete l’intenzione di stipulare un’assicurazione casa, per risparmiare affidatevi, senza remore, alle assicurazioni on line oppure a un intermediario assicurativo, troverete molte offerte valide e vantaggiose.

Il futuro delle assicurazioni online è Internet

La metamorfosi di Internet: da sistema di difesa a mezzo di comunicazione di massa

E’ incredibile pensare a come Internet nel giro di pochi decenni si sia trasformato, cambiando radicalmente la vita delle persone e rappresentando una vera e propria rivoluzione nel mondo della tecnologia. Nato negli anni ’60 nel corso della guerra fredda come sistema di difesa e controspionaggio, nel giro di qualche decennio è diventato il più importante ed immediato mezzo di comunicazione di massa. Gli utenti lo usano praticamente tutti i giorni, potendo contare sugli infiniti servizi interconnessi tra di loro. A tal proposito c’è stata un’ulteriore metamorfosi del “semplice” Internet, che si è trasformato in Internet of Things, che può essere definito come l’uso della rete che si evolve dal virtuale per mettersi a disposizione del mondo concreto.

Internet incontra il mondo lavorativo: l’intuizione delle assicurazioni online

Internet, e nello specifico Internet of Things, ha fatto irruzione prepotentemente nel mondo del lavoro in ogni suo settore. Anche il mondo delle compagnie assicuratrici ha capito le potenzialità dell’Internet of Things e dell’importanza delle interconnessioni tra i vari servizi. Ogni assicurazione online ha abbracciato il mondo dell’Internet of Things, potendo offrire dei servizi moderni e connessi 24 ore su 24. Un esempio è la possibilità di seguire ed essere aggiornati sulle abitudini dei clienti in auto, servizio che permette anche di abbassare le polizze assicurative per i più virtuosi al volante. E lo stesso automobilista è quindi incentivato ad avere una guida più attenta, civile e rispettosa delle regole così da poter ottenere sconti importanti sul pagamento finale dell’Rc auto.

I servizi forniti dall’Internet of Things

Sfruttando i servizi offerti dall’Internet of Things, le assicurazioni online possono offrire polizze che contengono diversi sconti e possibilità di ridurre notevolmente il prezzo dell’Rc auto. Negli Stati Uniti ad esempio si stanno diffondendo i device connessi contro i furti in casa. Utilizzando determinati dati e analisi effettuati sul web, tali device possono avvisare i clienti di potenziali pericoli presenti presso la propria abitazione. Allo stesso modo si possono prevedere le condizioni meteo ed eventuali allagamenti su strade, evitando così possibili pericoli e riducendo i danni. Altro dispositivo molto efficace e collegato direttamente in rete è l’On Board Diagnostic Dongles. Si tratta di chiavette posizionate sotto al volante per la diagnostica di bordo, con porta usb e connesse in rete. Tale sistema permette di registrare in tempi rapidissimi tutte le informazioni relative alle abitudini del cliente al volante, e di inviarle alle compagnie assicuratrici. 

Auto, giù i premi delle assicurazioni: tutte le novità per risparmiare

Sono ormai alcuni mesi che si sente parlare della scatola nera, e le novità certo non mancano.
Alcune tra le compagnie assicurative che hanno già iniziato a proporre a tutti i clienti l’installazione della scatola nera sulla propria vettura, offrono al cliente uno sconto di almeno il 7%.

Lo sconto però non è rivolto solo al momento della stipula del contratto con scatola nera incorporata, c’è la possibilità di avere un risparmio anche sul risarcimento del danno, con una riduzione del premio di almeno il 5%.

Il decreto ha introdotto delle novità per quanto riguarda il risarcimento del danno nella forma specifica. L’impresa infatti, ogni anno, può decidere se avvalersi o meno della facoltà di risarcire il danno nei confronti di chi ha stipulato una polizza assicurativa, avvalendosi di una società di propria fiducia per la riparazione del mezzo.
L’assicurato in ogni caso avrà la possibilità di farsi riparare il mezzo dal proprio meccanico, il quale dovrà erogare una regolare fattura così da ricevere dall’agenzia assicurativa la somma di denaro.
Se la compagnia assicurativa decide di risarcire i danni in forma specifica dovrà farlo presente all’IVASS entro il 30 gennaio 2014 e dovrà informare il proprio assicurato al momento della stipula del contratto.

Per impedire che il danneggiato instauri un accordo privato con il proprio meccanico di fiducia (ai danni dell’assicurazione), è prevista da molte compagnie assicurative la non cedibilità del diritto. In questo modo il credito potrà essere ceduto solo se la compagnia assicurativa da il proprio “si”. Se non dovesse acconsentire l’assicurato avrà una riduzione del premio di circa il 4%.
E per concludere, vengono allungati i tempi della procedura di risarcimento. Viene alzata dai 5 ai 10 giorni, nella quale l’agenzia assicurativa potrà fare l’ispezione sugli oggetti danneggiati.

Crescono le compagnie assicurative dirette

La diffidenza degli italiani nei confronti degli acquisti online sta pian piano svanendo in tutti i settori, complice la crisi economica che imperversa sul nostro Paese e che rende sempre più proibitive le spese tradizionali di ogni giorno. Ciò vale anche per il mondo assicurativo, campo nel quale le compagnie dirette si confermano in forte crescita. Secondo un’indagine di Facile.it, il 34% degli assicurati italiani che hanno cambiato compagnia negli ultimi tre anni ha stipulato la propria polizza in Internet.

Gli strumenti disponibili in Rete offrono infatti un’immediatezza e un’accessibilità ormai molto elevate, tali da convincere anche i profani della tecnologia a fidarsi dei preventivatori online. L’acquisto della polizza è disponibile sia sui siti delle compagnie dirette, sia tramite servizi di comparazione che offrono un confronto imparziale delle polizze, utili per trovare quella con il prezzo più conveniente in base alle proprie necessità. La distanza fra compagnie tradizionali e compagnie dirette, insomma, si sta riducendo sempre più.

L’indagine, condotta su un campione di 1.000 utenti, ha rivelato che soprattutto nel Centro-Nord le compagnie online stanno acquistando grande credibilità. In Lombardia, il 49% degli intervistati che hanno cambiato assicurazione afferma di aver scelto la polizza su Internet. Percentuali molto alte sono state registrate anche in regioni quali Toscana (40%), Veneto e Friuli Venezia Giulia (38%). Per contro, solo l’8% dei calabresi dichiara di essere passato ad una compagnia diretta.

RC Auto: cresce il business delle polizze contraffatte


Sono ormai 3,5 milioni le automobili che percorrono le strade italiane sprovviste di polizza RC Auto. Questo dato allarmante, diffuso dalla fondazione Filippo Caracciolo dell’Aci all’interno di un apposito studio, rivela che il fenomeno delle frodi assicurative è tutt’altro che arginato e si conferma anzi in grande crescita. Alcuni dati più specifici possono aiutare a comprendere le dimensioni del problema: nell’ultimo anno solare sono state registrate oltre 100.000 infrazioni relative alla mancanza della polizza assicurativa, mentre gli indennizzi del Fondo di garanzia per sinistri causati da veicoli non in regola sono stati 22.000 solo nel 2010, il 10% in più rispetto ai 3 anni precedenti. In totale, le automobili prive di una copertura valida sono il 7%.
In materia di assicurazioni, quello della contraffazione è insomma un vero e proprio business, un cancro difficile da sanare poiché va di pari passo con i prezzi in aumento delle polizze e con un sistema di controllo ancora non pienamente efficace. A questo proposito, l’Aci propone di accompagnare il rilascio dei certificati di proprietà e di circolazione dei veicoli con la comunicazione obbligatoria della polizza, per porre un valido freno alle frodi. Al momento, la ricerca dà pochi risultati: basti pensare che in una grande città come Milano sono state scoperte in tutto il 2010 solo 160 assicurazioni fasulle, mentre a Napoli – definita dall’Aci “la capitale della contraffazione” – il numero dei riscontri è incredibilmente fermo a 20.