Il valore del denaro insegnato ai ragazzi

Andare a scuola con l’autobus potrebbe essere il modo migliore per risparmiare sui costi sempre più onerosi dell’auto, tra bollo, revisione e assicurazione auto e sarebbe anche un modo per insegnare ai nostri figli buone e sane regole di rispetto, ambientale e civico.

I ricordi d’infanzia, se abbiamo vissuto in città, ci portano alla mente che erano pochi i bambini che venivano accompagnati in macchina dai genitori e solo perché non era per loro possibile usufruire del bus.

Con il passare degli anni, prendere il bus o andare a piedi, se si vive a meno di un chilometro da scuola, non è più in e così spesso assistiamo a quelle carovane di auto con solo due persone a bordo, mamma o papà e figlio. Tali soggetti sono gli stessi che poi mandano i figli a fare sport pomeridiano e che impongono diete e cibi sani, ma che non insegnano fin da bambini l’abc delle abitudini giuste ed etiche. Buona norma sarebbe cercare di limitare l’inquinamento atmosferico e preferire mezzi di trasporto più economici, ecosostenibili e salutari: le nostre gambe ne sono un esempio concreto.

E’ importante insegnare ai propri figli il valore del denaro, mostrando loro come evitare gli sperperi e le spese superflue e costituendo dei buoni esempi da emulare: solo in questo modo capiranno che il risparmio, oltre ad essere un freno agli sprechi, può essere fondamentale per venire fuori dai momenti di crisi come questo. Con la precarietà della situazione corrente risulta importante capire la convenienza di tutto, tagliare il superfluo e confrontare i prezzi là dove non è possibile evitare la spesa, come ad esempio per le spese mediche, le ristrutturazioni domestiche, le polizze assicurative (rivolgendosi ad una agenzia di assicurazione auto on line) e i carburanti.

Comments

comments

Lascia un commento