Successo in Canada per l’olio extravergine di oliva

Il mercato canadese dell’ agroalimentare dimostra di essere sempre più ricettivo nei confronti dei prodotti provenienti dall’Italia. Solo nel corso del 2007 il Canada ha importato dal nostro Paese prodotti alimentari per un valore vicino ai 703 milioni di dollari canadesi, con un incremento rispetto al 2006 stimato attorno a 7.5 punti percentuali, confermando un trend di crescita costante che negli ultimi anni ha interessato l’intero indotto. Il Canada è tra i primi venti Paesi nel mondo importatori di olio di oliva italiano. Queste ed altre considerazioni hanno stimolato Camera di Commercio di Pistoia e ICE, Istituto per il Commercio Estero, ad organizzare la partecipazione collettiva al SIAL, il Salone professionale dedicato al settore agroalimentare mondiale, tenutosi a Montreal, in Canada, dal 1° al 3 aprile scorso.

La fiera, rivolta ad un target di importatori, grossisti, distributori, dettaglianti, grande distribuzione, ristorazione, alberghi, giornalisti ed opinion leader canadesi, è stata l’occasione ideale per comprendere in modo esaustivo l’ offerta internazionale e le caratteristiche che determinano il business dell’ olio di oliva nel mondo. “La nostra piccola impresa– dice il Presidente della Camera di Commercio di Pistoia Rinaldo Incerpi – merita incoraggiamento e fiducia. Occasioni come quella di Montreal servono sicuramente per misurarsi e per confrontarsi con ciò che offre il mercato circostante ed i punti di forza e debolezza dei nostri competitor. Il Canada è un mercato di grande importanza per i prodotti agro-alimentari italiani. La presenza nel territorio canadese di una grande comunità italo-canadese costituisce certamente garanzia e presupposto per un radicamento dei nostri prodotti, ma il successo di questi ultimi anni relativo dell’ export italiano di prodotti agroalimentari è sicuramente dovuto alla qualità delle nostre produzioni che sono considerate, per le loro proprietà organolettiche e salutari, ideali per una “sana alimentazione” che i consumatori canadesi stanno via via sempre più perseguendo. I mutati gusti e preferenze dei cittadini canadesi che mostrano interesse crescente per i prodotti tipici della dieta mediterrnea hanno senz’altro contribuito a favorire la penetrazione commerciale italiana in Canada, ampliandone gli orizzonti, un tempo circoscritti alla pur nutrita comunità di origine italiana immigrata nel Paese. L’ olio extra-vergine di oliva rappresenta uno dei prodotti più caratteristici della dieta mediterranea e gode di una considerazione sempre maggiore nel consumatore canadese che sta imparando ad apprezzarne le doti di genuinità. L’obiettivo della missione era quello di individuare importatori di nicchia per i produttori pistoiesi. Sono stati realizzati dieci appuntamenti e nei prossimi mesi si attendono nei primi ordini di prova, necessari per una “penetrazione-test” sul mercato canadese”.


Comments

comments

Lascia un commento