Toscana – Indagine Flash sugli effetti reali della crisi finanziaria

Commentando i dati dell’Indagine Flash sugli effetti reali della crisi finanziaria sulle imprese toscane dell’Agricoltura, del Commercio e del Turismo, presentata da Unioncamere il 27 febbraio scorso, il Presidente Pierfrancesco Pacini ha detto: “I risultati dell’indagine che oggi presentiamo evidenziano uno stato di malessere che rispecchia l’onda lunga della crisi del sistema finanziario internazionale, deflagrata lo scorso autunno, e le sue ripercussioni negative su tutte le economie.
Comuni ai tre settori di indagine sono le soluzioni richieste dalle imprese per cercare di contrastare gli effetti della crisi: pensiamo, innanzitutto, al sostegno dei redditi delle famiglie per rilanciare i consumi, nello specifico, al miglioramento dei rapporti tra banca ed impresa per facilitare l’accesso al credito ed a strumenti finanziari di crescita. A fronte di questo sono due i fattori che potrebbero, nel prossimo futuro, ristabilire un più elevato potere d’acquisto a favore dei bilanci familiari: il calo delle tariffe e dei prezzi dei prodotti energetici da un lato, il calo del prezzo del grano e dei derivati dalla trasformazione dall’altro, con un rientro delle pressioni inflazionistiche osservate fino all’estate del 2008.
Mi preme sottolineare quanto, come Sistema camerale, sia costante il nostro impegno per fornire un supporto reale alla disponibilità di credito delle imprese attraverso un’azione concreta di potenziamento del circuito virtuoso attivato tramite i Confidi, sistema di garanzia collettiva ritenuto sempre più funzionale per gli obblighi previsti da Basilea 2. Inoltre ben consapevole delle criticità incontrate dalle imprese in materia di credito, il Sistema camerale ha stanziato circa 5 milioni di euro tra contributi a fondi garanzia dei Consorzi Fidi e contributi in conto interessi per la diminuzione del costo del denaro.
In questo senso, non possiamo che formulare il più vivo interesse per i lavori della task force anti-crisi, la squadra strutturata dalla Regione Toscana ed insediata a partire dalla seconda metà del mese di gennaio per affrontare gli effetti economici e sociali della crisi economica e finanziaria, ai cui componenti vanno i nostri auguri di buon lavoro e la nostra disponibilità alla massima collaborazione”.
Unioncamere Toscana, Ufficio stampa, e-mail: stampa.comunicazione@unioncamere-toscana.it


Comments

comments

Lascia un commento